mectron.it
Sono disponibili in commercio polveri differenti per composizione, granulometria e finalità d’uso.
La scelta dipende dalla preferenza dell’operatore, dal tipo di deposito e dalle indicazioni cliniche.
Sono disponibili in commercio polveri differenti per composizione, granulometria e finalità d’uso.
La scelta dipende dalla preferenza dell’operatore, dal tipo di deposito e dalle indicazioni cliniche.
  • BICARBONATO DI SODIO
Le particelle possono avere una granulometria < di 120 µ e gli stessi cristalli hanno una forma cesellata di tipo rettangolare e/o quadrata. Rappresenta il gold standard per la rimozione di pigmentazioni estrinseche. Rimuove efficacemente il biofilm batterico sopragengivale (Barnes CM et al, 1990) e le macchie sulla superficie dello smalto senza cambiamenti o perdita significativa di sostanza (Kovacevic R, 1992).

Per maggiori informazioni visita:
www.mectron.it
  • GLICINA
Presenta una granulometria minore di 25 µ (D50), quindi un’abrasività inferiore rispetto al bicarbonato di sodio. Non è lesiva per i tessuti molli ed è possibile indirizzare il getto anche vicino ai margini gengivali. Rimuove il biofilm batterico, le discromie estrinseche lievi ed è indicata per un’efficace detossificazione delle tasche parodontali più profonde (Petersilka G., 2003, 2011). Particolarmente indicata in presenza di superfici radicolari esposte o in caso di biotipo tissutale sottile. Minimamente invasiva su cemento radicolare, smalto, dentina, manufatti protesici metal free e impianti esposti. Può essere usata per i richiami frequenti.

Per maggiori informazioni visita:
www.mectron.it
  • GLICINA
Presenta una granulometria minore di 25 µ (D50), quindi un’abrasività inferiore rispetto al bicarbonato di sodio. Non è lesiva per i tessuti molli ed è possibile indirizzare il getto anche vicino ai margini gengivali. Rimuove il biofilm batterico, le discromie estrinseche lievi ed è indicata per un’efficace detossificazione delle tasche parodontali più profonde (Petersilka G., 2003, 2011). Particolarmente indicata in presenza di superfici radicolari esposte o in caso di biotipo tissutale sottile. Minimamente invasiva su cemento radicolare, smalto, dentina, manufatti protesici metal free e impianti esposti. Può essere usata per i richiami frequenti.

Per maggiori informazioni visita:
www.mectron.it
  • INDICAZIONI CLINICHE POLVERI

mectron.it